Cos’è il decreto anti frode?

Al fine di prevenire eventuali frodi, sono stati introdotti:

  • VISTO DI CONFORMITÀ: per usufruire di una delle due opzioni (cessione del credito o sconto in fattura) sarà necessaria la comunicazione del professionista che ha apposto il visto di conformità e che ha quindi effettuato il primo controllo documentale sulla sussistenza dei requisiti per beneficiare del bonus ristrutturazione;
  • ATTESTAZIONE DI CONGRUITÀ: è stato introdotto l’obbligo di presentare l’attestazione di congruità delle spese rilasciata da un tecnico abilitato che dovrà accertare che nell’esecuzione dei lavori sia stato rispettato il limite massimo dei costi ammissibili per tipologia di intervento, chiamata comunemente “asseverazione”.

 

N.B. Il Visto di Conformità e l’Asseverazione della congruità delle spese non sono obbligatori nel caso in cui gli interventi siano in Edilizia Libera oppure nel caso riguardino un valore complessivo dei lavori inferiore ad euro 10.000, in ogni caso le banche e le Poste tendono a richiedere almeno l’asseverazione anche quando non risulti un obbligo di legge.

 

Si può leggere il decreto completo qui

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Consent with Real Cookie Banner